IL BAGLIORE DELLA VITA

Nella vita,

abbiamo affrontato

pericoli,

imprevisti,

dolci e amare sorprese.

Abbiamo perso..

tutto.

Ma non noi,

non me

non te,

abbiamo lottato

per tenere nel giusto ordine

il puzzle della nostra vita.

Ma ciò che veramente

non ho mai perso,

è il bagliore acciecante

dei tuoi occhi,

più luminosi di una stella,

più sinceri di una verità,

in cui  mi sono perso

in quei giorni di Ottobre.


Buona domenica a tutti! Oggi, qui a Reggio Emilia,  c’è una bella giornata di sole! Mi trovo seduto in un parco a godermi il bel tempo e a cercare ispirazione per qualsiasi attività: ho letto un libro, ho scritto questa umile poesia, ho rivisto la mia tesina e mi sono rilassato. Questo, come vi avevo già scritto, è un periodo un po complicato perché mi avvicino alla data dell’esame di maturità. Un altro motivo che rende questo periodo tutt’altro che felice è il fatto che sto cercando di scrivere una lettera alla lei (dovreste aver capito, leggendo i post recenti 😉 ) per risolvere, anzi, chiarire una situazione non piacevole che c’è stata tra di noi, ma nulla di particolarmente importante, almeno per adesso..In questa poesia ho cercato di sbriciolare alcuni dei miei pensieri che riporterò nella lettera. Questa poesia anche se per molti può essere interpretata come un semplice pensiero, penso possa riassumere la mia condizione attuale, basata su poche certezze, molte insicurezze e molti punti interrogativi…                                                                Spero apprezziate questo tipo di articoli, dove vi racconto delle mie esperienze o cose su di me attraverso dei consigli o delle idee..diteci se volete vedere di più articoli di questo tipo o quali argomenti vorreste che trattassimo sul sito, non esitate a scrivercelo in un commento sotto l’articolo.  Vi invitiamo  a scriveteci su Facebook, su Twitter o sui  nostri profili Instagram (@francescoyes97 e @giammiardu),dove sicuramente qualcuno, nel più breve tempo possibile, risponderà a tutte le vostre domande. Se questo post vi è piaciuto lasciate un like o condividete, in modo da supportare il nostro sogno.

Annunci

COSA FARE NEL TEMPO LIBERO..

Ciao ragazzi come state ? Come sta procedendo la vostra settimana? C’è bel tempo nella vostra città? Io sto abbastanza bene, a parte lo stress pre esame..Sono arrivato all’ultima settimana di scuola e ho ancora verifiche da fare, oltre a tutte le materie da preparare per gli esami. Ultimamente lo stress lo scarico la sera; dopo mangiato vado in camera da letto e, dopo aver acceso il ventilatore ( a Reggio Emilia fa troppo caldo! ), accendo il pc e inizio a guardare delle SERIE TV.. episodio dopo episodio, stagione dopo stagione mi accorgo che le 9:30 si trasformano nelle 11:30 senza rendermene conto..ogni sera così, diciamo che è diventata una vera passione, un appuntamento fisso..Ci tengo a condividere con voi alcune delle SERIE TV che in questo ultimo periodo ho visto più spesso e con più voglia.

  • BREAKING BAD

    Breaking-Bad-Copertina

    Walter White è un professore di chimica di Albuquerque. Vive con la moglie Skyler, incinta della loro secondogenita, e il figlio Walter Junior, affetto da paresi cerebrale, un disturbo che gli causa problemi di linguaggio e lo costringe a servirsi di stampelle per muoversi. Alla soglia del compimento dei cinquant’anni, Walter è costretto a svolgere un secondo lavoro come dipendente di un autolavaggio, per far fronte alle difficoltà economiche previste dall’imminente nascita della figlia. A tutto questo si aggiunge il profondo senso di insoddisfazione di Walter, che deve sopportare le angherie del suo titolare, dei suoi amici e familiari, i quali lo vedono come un uomo debole e remissivo. In particolare suo cognato Hank, agente della DEA, con cui peraltro ha un buon rapporto, non perde occasione per mettere a confronto la sua vita avventurosa con quella di Walter, totalmente priva di soddisfazioni.            Quando a Walter viene diagnosticato un cancro ai polmoni, i suoi problemi sembrano precipitare. Tuttavia, in seguito al casuale incontro con Jesse Pinkman, un suo ex studente diventato uno spacciatore di poco conto, Walter decide di cucinare metanfetamina. Il prodotto di Walter si rivela però di qualità nettamente superiore rispetto alla concorrenza, con una purezza del 99,1%, derivante dalle sue conoscenze chimiche. Decide quindi di sfruttare le sue capacità per prendere il controllo del mercato della Droga.

  • TRONO DI SPADE/ GAME OF THRONES

    trono_di_spade_dolby_atmos_evi_03_07_2015La serie racconta le avventure di molti personaggi ed è ambientata in un grande mondo immaginario costituito principalmente dal continente Occidentale (Westeros) e da quello Orientale (Essos). Il centro più grande e civilizzato del continente Occidentale è la città capitale Approdo del Re, dove si trova il Trono di Spade dei Sette Regni. La lotta per la conquista del trono porta le più potenti e nobili famiglie del continente a scontrarsi o allearsi tra loro in un contorto gioco di potere, che coinvolge anche l’ultima discendente della dinastia regnante deposta. Gli intrighi politici, economici e religiosi dei nobili lasciano la popolazione nella povertà e nel degrado, mentre il mondo viene minacciato dall’arrivo di un inverno diverso dai precedenti, che risveglia creature leggendarie dimenticate e fa emergere forze oscure e magiche.

  • SCRUBS

    the-cast-of-scrubsIl primo episodio introduce John Michael Dorian, soprannominato più semplicemente J.D., e il suo miglior amico Christopher Turk nel loro primo giorno di tirocinio all’Ospedale Sacro Cuore. J.D. conosce in sequenza il dottor Perry Cox, suo riluttante mentore; Elliot Reid, una compagna di internato un po’ svitata di cui subito s’innamora; l’Inserviente senza nome, il cui unico scopo è rendere impossibile l’esistenza di J.D. all’interno della struttura ospedaliera; il primario di medicina, il dottor Robert Kelso, che sembra essere più preoccupato del budget che della salute e del destino dei suoi pazienti; e la capo infermiera Carla Espinosa, abituata a prendere sotto la sua ala protettrice i nuovi arrivati, e che presto diventa la fidanzata di Turk.  Le prime otto stagioni sono interamente narrate dal punto di vista di J.D., protagonista e narratore fuori campo di ogni episodio (ad eccezione di alcuni in cui la narrazione si sposta appositamente verso gli altri personaggi).

  • FRIENDS

    friends___milkshakes_by_mariomj71099Il giorno stesso in cui abbandona all’altare il futuro marito, Rachel reincontra la sua vecchia amica del liceo Monica, ora una chef newyorkese. Diventate presto coinquiline, Rachel si unisce al gruppo di amici di Monica, tutti single e sulla soglia dei trent’anni: il mediocre attore italoamericano Joey, l’analista contabile Chandler, la massaggiatrice e musicista a tempo perso Phoebe, e il paleontologo Ross (appena divorziato dalla moglie scopertasi lesbica), fratello maggiore di Monica. Per vivere, Rachel inizia a lavorare come cameriera al Central Perk, una caffetteria punto di ritrovo degli amici; quando non sono al caffè, i sei sono spesso all’appartamento di Monica e Rachel, situato a West Village, parte diManhattan, o a quello di Joey e Chandler, che si trova esattamente di fronte.                                                                           Gli episodi presentano le avventure sentimentali tragicomiche dei sei amici e gli sviluppi delle loro carriere, come ad esempio le audizioni di Joey o le avventure sentimentali di Chandler. I sei personaggi hanno ognuno, nel corso della storia, molti appuntamenti e relazioni serie e non, come accade a Monica con Richard Burke e a Ross con Emily Waltham. La travagliata relazione di Ross e Rachel è la più ricorrente nella trama; durante tutte le dieci stagioni hanno continuato a mettersi insieme e puntualmente a lasciarsi, anche quando Ross sposa brevemente Emily, finché lui e Rachel hanno un bambino; Chandler e Monica si conosceranno meglio e finiranno con lo sposarsi, mentre Phoebe sposerà Mike Hannigan. Altri personaggi ricorrenti sono i genitori di Ross e Monica, l’ex moglie lesbica di Ross, Carol, e il loro figlio Ben, lo strambo titolare del Central Perk, Gunther, e la storica fidanzata di Chandler, Janice.

  • LOST

    lost_tv_show_1920x1200Il 22 settembre 2004 l’aereo di linea 815 della compagnia australiana Oceanic Airlines, in volo da Sydney a Los Angeles, si schianta presso un’isola apparentemente disabitata. I 48 sopravvissuti si accampano sulla spiaggia e si organizzano per resistere fino all’arrivo dei soccorsi, che però tardano ad arrivare. Ben presto, però, scoprono che il loro aereo è uscito dalla rotta prevista di circa mille miglia e che l’isola è teatro di una serie di eventi apparentemente inspiegabili. Nel tentativo di trovare un modo per fuggire, si renderanno conto che altre persone, prima di loro, sono naufragate su quell’isola e probabilmente sono ancora lì.                                        Nel frattempo, iniziano a nascere amicizie e tensioni tra i vari superstiti, le cui storie personali celano molti segreti, con cui saranno costretti a confrontarsi.

  • THE BIG BANG THEORY

    431311Pasadena.  Leonard, Sheldon, Howard e Raj sono quattro giovani scienziati che lavorano insieme al California Institute of Technology. La grande intelligenza ne fa tra le menti più valide del Paese, ma di contro li rende socialmente degli inetti: il loro legame d’amicizia è infatti cementato dalla rispettiva condizione, essendo dei nerd e geek a tutti gli effetti. Fuori dal lavoro, il tempo libero dei quattro trascorre principalmente tra la lettura di fumetti, partite a videogame e giochi di ruolo, e la visione di film e serie TV di fantascienza e supereroi; l’assenza di ragazze è una costante nelle loro vite. Questa scialba routine cambia radicalmente quando Leonard s’innamora di Penny, una ragazza di provincia giunta in California per coltivare il sogno di diventare attrice. La nuova vicina di pianerottolo, bella ed esuberante, è l’esatto opposto dei quattro amici; lo strano e complicato mondo dei ragazzi finisce ben presto per scontrarsi con quello semplice e superficiale di Penny, e le loro tranquille esistenze vengono stravolte. Con il passare degli anni, il gruppo si allarga con quelle che diventeranno le migliori amiche di Penny, Bernadette e Amy, a loro volte scienziate nonché destinate a diventare l’interesse amoroso, rispettivamente, di Howard e Sheldon, oltre a Stuart, titolare della fumetteria frequentata dai quattro amici.

  • HOW I MET YOUR MOTHER

    how-i-met-your-mother1Nell’anno 2030 Ted Mosby, un affermato architetto, inizia a raccontare ai suoi due figli gli eventi che, venticinque anni prima, lo hanno portato a conoscere quella che sarebbe diventata la sua futura moglie e loro madre. Ted inizia così a ricordare di quando, nel 2005, era soltanto un giovane ragazzo a New York, single e ancora all’inizio della sua carriera, ma alla costante ricerca dell’anima gemella. Ted viveva assieme ai suoi storici amici Marshall Eriksen e Lily Aldrin, una giovane coppia di innamorati, fidanzati dai tempi del college. La loro combriccola era completata da Barney Stinson, un ricco e impenitente donnaiolo conosciuto per caso. Ted inizia a raccontare la storia a partire dal giorno in cui ha conosciuto Robin Scherbatsky, una ragazza canadese appena arrivata in città, reporter in una piccola emittente televisiva locale, che presto si unisce al gruppo d’amici e con la quale il giovane instaura un complicato rapporto di amicizia/amore. Usando come pretesto il ricordo del primo incontro con la loro madre, Ted racconta ai figli la sua vita e quella dei suoi amici all’inizio del XXI secolo, e tutte le difficoltà sentimentali che ha dovuto affrontare prima di incontrare la donna dei suoi sogni.

  • DR.HOUSEDr-House-13

     La serie è incentrata attorno al ruolo del dottor Gregory House, un medico poco convenzionale ma dotato di grandi capacità ed esperienza, a capo di una squadra di medicina diagnostica presso il fittizio ospedale universitario Princeton-Plainsboro Teaching Hospital, nel New Jersey. La serie trae ispirazione dai gialli del celebre detective Sherlock Holmes: in ogni episodio ha luogo un giallo diverso che il protagonista, attraverso le proprie capacità mediche e deduttive, deve districare basandosi su vari indizi, spesso poco evidenti; infine, egli riesce quasi sempre a risolvere il puzzle medico e a salvare il paziente. I misteri medici sono invece stati ispirati da una rubrica del New York Times dedicata ai casi clinici particolarmente problematici.

  • AMERICAN HORROR STORY

    american_horror_story_wallpaper_violet_ben_ultra_3840x2160_hd-wallpaper-1381482Il terapeuta Ben Harmon, sua moglie Vivien e la loro figlia Violet si trasferiscono a Los Angeles nel tentativo di ritrovare l’unione familiare, persa a causa di alcuni orribili scandali, tra cui un aborto spontaneo e una relazione extraconiugale con una paziente. Gli Harmon si rendono conto subito che la loro nuova casa non è il luogo migliore dove ricominciare. L’abitazione, oltre a essere apparentemente infestata, confina con una famiglia invadente la quale sembra conoscere molti dei misteri celati da quelle mura.


    Questo articolo riguarda una passione particolare, nata come un modo di passare il tempo. Spero apprezziate questo tipo di articoli, dove vi racconto delle mie esperienze o cose su di me attraverso dei consigli o delle idee..diteci se volete vedere di più articoli di questo tipo o quali argomenti vorreste che trattassimo sul sito, non esitate a scrivercelo in un commento sotto l’articolo.  Vi invitiamo  a scriveteci su Facebook, su Twitter o sui  nostri profili Instagram (@francescoyes97 e @giammiardu),dove sicuramente qualcuno, nel più breve tempo possibile, risponderà a tutte le vostre domande. Se questo post vi è piaciuto lasciate un like o condividete, in modo da supportare il nostro sogno.

THE FAITH IN FAITH

Salve a tutti! Oggi voglio condividere un altro aspetto molto personale della mia vita..La mia fiducia nella fede..la mia famiglia è legata fortemente alla fede cristiana, nonostante nessuno di noi sia un praticante ( cioè andare tutte le domeniche in chiesa ). Io, portando la mia esperienza personale, non mi sento particolarmente legato alla chiesa.. A parer mio la chiesa ha perso quel valore che aveva un tempo, “la dimora del fedele“, oggi secondo me si riduce a compiere spesso atti immorali ed è protagonista di notizie spiacevoli che possiamo normalmente sentire al telegiornale.. Ma nonostante tutto io mi reputo un credente perché credo nella spiritualità della religione, ma non nel modo in cui viene presentata ai fedeli, spesso strumentalizzandola e abusandone..questa immagine per me è emblematica e racchiude in se tutto il mio pensiero sul rapporto tra la fede è il fedele.IMG_3044


Questo articolo riguarda una parte molto importante della mia vita, il mio rapporto con la fede. Spero apprezziate questo tipo di articoli che parlano di temi a me molto cari, dove vi racconto delle mie esperienze o cose su di me attraverso delle immagini..diteci se volete vedere di più articoli di questo tipo o quali argomenti vorreste che trattassimo sul sito, non esitate a scrivercelo in un commento sotto l’articolo.  Vi invitiamo  a scriveteci su Facebook, suTwitter o sui  nostri profili Instagram (@francescoyes97 e @giammiardu),dove sicuramente qualcuno, nel più breve tempo possibile, risponderà a tutte le vostre domande. Se questo post vi è piaciuto lasciate un like o condividete, in modo da supportare il nostro sogno.

SFOGHI DI UNA VITA COMPLICATA

Eh l’amore…questa parola ha moltissimi significati e si manifesta in moltissime forme. Penso sia una delle parole più utilizzate e più abusate al mondo. Si può dire che l’amore è un sentimento meraviglioso che proviamo per una persona o per qualcosa. Lo considero come il sentimento più bello in assoluto, anche se, in alcuni casi è il più brutto, probabilmente perché è quello che più mi ha fatto soffrire, quello che mi ha messo in discussione, quello che mi fa chiedere “ Cosa ho io di sbagliato? Perché non le piaccio? ” e mi fa sentire cosi male, inutile, così una nullità che non avrei mai voluto innamorarmi. L’amore non è una cosa mentale, ma sentimentale, con il cuore. Non può essere controllato. Non può essere altro se non amore. Ci sono moltissime forme d’amore: l’amore per la propria famiglia, l’amore per la propria nazione, l’amore per il prossimo, l’amore per l’ambiente, l’amore per gli animali. Normalmente, ognuno di noi pensa a lui o a lei, alla persona che si vorrebbe avere accanto. Possiamo esprimere il nostro amore attraverso canzoni, con delle note che si mescolano  creando un qualcosa di straordinario che può stravolgere completamente l’anima di una persona sofferente, per un amore importante, non corrisposto, troppo complicato o impossibile… Riflettendo l’amore fa parte della vita di tutti i giorni. Ma perché è così speciale l’amore? La chiave di tutto io la trovo nei suoi occhi così grandi, così luminosi, così meravigliosamente marroni da non aver bisogno di altro…probabilmente l’amerò per sempre, anche adesso che l’ho persa. Forse tra qualche anno, rovistando dei vecchi scatoloni e ritrovandomi tra le mani la sua fotografia sentirò il mio cuore impazzire e sarà come se tutto quel tempo trascorso senza di lei non fosse mai passato. Penso che l’amore è quella sensazione che ci fa star bene, per esempio,  la mattina quando ci svegliamo e troviamo un suo messaggio su Whatsapp con scritto “buongiorno” , sapere di essere il suo primo pensiero la mattina. Forse, l’unica verità è che nessuno può esprimere realmente cos’è che rende speciale l’amore. Perché l’amore è pazzia. Amare vuol dire: ” IO PER TE FAREI DI TUTTO “…amore è fare realmente di tutto per stare con lei, per parlare con lei, per guardarla negli occhi anche solo per un secondo, l’amore è morire al solo pensiero che un altro ragazzo possa stare al posto tuo, purtroppo a me è andata così…Quando mi sono innamorato mi sentivo in pace con il mondo, pensare che, anche se in quel momento crollasse il mondo ma fossi con lei, non me ne importerebbe niente perché per me è lei il mondo. Quando ti innamori si vede e si sente.. Sembra quasi di volare. Si vede il mondo, come si dice comunemente, tutto rosa e fiori. Ritrovarmi oggi senza quella persona che per tanto tempo è stata il mio punto di riferimento, mi da un senso di grande solitudine. Mi fa sentire improvvisamente vuoto. Forse credo addirittura di odiare quella persona che tanto ho amato. Vorrei scordare tutti i momenti, tutti i ricordi felici, vorrei naufragare nel mio dolore. Non ho più fame o sete. Non ho più voglia di continuare a vivere, a lottare. Quello che mi rendeva così forte, quello che mi rendeva sicuro e invincibile è svanito nel nulla. Nel mio caso è stato un amore non corrisposto a scaturire tutto, ma è colpa sua? Forse dovremmo chiederci se è davvero giusto parlare di colpe. I sentimenti mutano continuamente, maturano nel tempo e poi si manifestano di colpo stupendoci. Questo l’ho accettato non odiandola per il male che mi ha provocato. Il mio compagno di banco mi disse un giorno “Non puoi odiarla solo perché non ricambia il tuo amore, fidati, passa tutto con il tempo.” Invece non è vero! Il tempo non cancella le cose perché le nasconde soltanto. L’amore è la madre delle emozioni e come tutte le emozioni, per essere definite tali, restano incancellabili. Ora, ogni gesto, ogni oggetto, ogni canzone, “Stitches” di Shawn Mendes o “Ti ho voluto bene veramente” di Mengoni , ogni parola, mi ricordano quanto mi manca e quanto vorrei non averla mai persa…Ma nonostante tutto mi sembra così piacevole soffrire di quella tristezza. Eppure è ancora così vivo. Soffro ma non voglio smettere. Soffro per non dimenticare neanche un momento di quegli attimi insieme. Dalle parole più timide ai sorrisi più nascosti. Nemmeno il suo sguardo, così candido, così… Ci sono momenti in cui non voglio sentire nessuno e in quei momenti l’unica cosa che voglio ascoltare è la musica, poi sto meglio. Ho 18 anni, si potrebbe pensare che a 18 anni l’amore non è realmente AMORE, allora mi chiedo: ” Cosa provo io per lei ora…se non amore? Perché non riesco più a dormire la notte? Perché penso a quei dolci occhi marroni 24 ore su 24? Ora non vedo più niente nelle altre ragazze, perché? “. La risposta alle mie domande, probabilmente, non le avrò mai con certezza, ma sono quasi certo del fatto che le risposte le riceverò quando mi sarò scordato delle domande.


Questo articolo riguarda una parte molto importante della mia vita, il mio presente. Spero apprezziate questo tipo di articoli che parlano di temi a me molto cari, diteci se volete vedere di più articoli di questo tipo o quali argomenti vorreste che trattassimo sul sito, non esitate a scrivercelo in un commento sotto l’articolo.  Vi invitiamo  a scriveteci su Facebook, suTwitter o sui  nostri profili Instagram (@francescoyes97 e @giammiardu),dove sicuramente qualcuno, nel più breve tempo possibile, risponderà a tutte le vostre domande. Se questo post vi è piaciuto lasciate un like o condividete, in modo da supportare il nostro sogno.

MALALA, UNA VITA PER L’EDUCAZIONE

malala

Malala Yousafzai è la ragazza pakistana che ha rischiato di perdere la vita per aver dichiarato il diritto all’educazione anche per le bambine del suo paese. La giovane ragazza, vincitrice del Premio Nobel per la pace 2014, dopo aver lottato con tutte le sue forze e il suo coraggio per ottenere un importantissimo diritto, decise nel 2014 di pubblicare IO SONO MALALA. Questo libro rappresenta nel modo più profondo e completo possibile i suoi pensieri, i suoi sogni e quali sono le armi che, secondo lei, possono cambiare il mondo. Oggi, per la maggior parte dei paesi, probabilmente, è difficile pensare ad un mondo privo di un diritto così importante; In effetti il diritto all’educazione è sancito da molti documenti internazionali, come LA CONVENZIONE SUI DIRITTI DEL FANCIULLO del 1988, rettificata anche dall’Italia con Legge n°176 del 27 Maggio 1997 ma, nonostante tutto, Malala ha dovuto percorrere una strada molto pericolosa per ottenere una cosa così importante. I “nemici” che Malala ha dovuto affrontare lungo la sua strada sono persone molto ignoranti e incoscienti del fatto che, nel mondo in cui viviamo, l’istruzione rappresenta una base fondamentale della vita delle persone, su cui ognuno costruirà il proprio futuro. Queste persone si sono sentite minacciate dai valori in cui Malala crede fermamente come l’istruzione e la condivisione delle proprie idee utilizzando la tecnologia e i libri. Un estremo tentativo de parte dei talebani di porre fine alla campagna portata avanti da Malala fu spararle un colpo in testa a causa del quale rischiò la vita. Tutto questo per eliminarle il blog, finanziato dalla BBC, dove lei cercava di far sapere al mondo le condizioni di vita, le lotte e le ingiustizie che viveva il suo paese. Malala, nel suo libro, parla di armi potenti, armi diverse da quelle utilizzate nelle guerre, infatti lei si riferisce a potenti strumenti che, se sono utilizzati con saggezza, possono cambiare il mondo. Lei considera i bambini, gli insegnanti, i libri e la penna elementi fondamentali per far conseguire un ulteriore step al percorso di crescita del nostro mondo, ancora per certi aspetti poco sviluppato. I bambini rappresentano una vita giovane, dove tutto deve ancora essere scoperto, affrontato e imparato; attraverso una buona educazione (fornita dalla famiglia) e una buona istruzione (fornita dalla scuola) il bambino maturerà, diventando infine un uomo capace di fare il bene del proprio paese e del mondo. Gli insegnanti sono un importante esempio per i giovani studenti; rivestono l’importante compito di trasmettere ai ragazzi il loro sapere, le loro idee, la loro visione del mondo, diventando un pericoloso ostacolo per coloro che pretendono di ottenere il potere attraverso l’ignoranza altrui. Forse oggi il ruolo dell’insegnante è un po sottovalutato, viene messo in secondo piano come se non fosse importante, ma come ci spiega Malala gli insegnanti rivestono nu ruolo chiave nella società di oggi. I libri e la penna permettono di esprimere e condividere con il resto del mondo le proprie idee e le proprie esperienze, diventando così uno strumento capace di tramandare alle generazioni future tutto il nostro sapere e la nostra storia alfine di rendere più chiaro la realtà in cui viviamo. Un tentato omicidio non basta per fermare i sogni di una persona determinata a raggiungere un obbiettivo così nobile come l’istruzione. Il Premio Nobel per la pace spiega in IO SONO MALALA i suoi sogni : la pace in ogni cosa, in ogni città, in ogni nazione, la possibilità di sedersi a scuola e leggere dei libri insieme alle sue amiche. Lei rappresenta un esempio chiaro e forte di determinazione e coraggio nell’esprimere una propria idea e nel far prevalere i diritti al potere di un singolo uomo. Forse oggigiorno mancano persone di questo spessore culturale, capaci, con le loro sole forze, di unire interi popoli a favore di un obbiettivo positivo. E questo non per uno scopo negativo come quello che da pochi anni a questa parte ha sconvolto e terrorizzato il mondo, cambiando, in parte, le nostre abitudini e facendoci avere una pessima considerazione del popolo islamico. Persone forti come Malala dovrebbero avere il coraggio di lottare per un obbiettivo pacifico comune come ristabilire la pace nel mondo ed eliminare i pregiudizi negativi che vengono attribuite a quelle persone che rimangono vittima di questi tragici eventi. In conclusione Malala è una figura femminile di altissimo livello che ha donato al suo paese il diritto all’educazione anche per le bambine; il suo coraggio è stato premiato con il più alto riconoscimento per la pace (il Nobel) nel 2014. Sono sicuro che un mondo ricco di persone come Malala Yousafzai sarebbe sicuramente un mondo migliore, anche se penso che ciò rimanga solo un utopia.


Speriamo di avervi portato un articolo che tratta di un genere anche a voi molto caro, diteci se volete vedere di più articoli di questo tipo o quali argomenti vorreste che trattassimo sul sito, non esitate a scrivercelo in un commento sotto l’articolo.  Vi invitiamo  a scriveteci su Facebook, su Twitter o sui  nostri profili Instagram (@francescoyes97 e @giammiardu),dove sicuramente qualcuno, nel più breve tempo possibile, risponderà a tutte le vostre domande. Se questo post vi è piaciuto lasciate un like o condividete, in modo da supportare il nostro sogno.

LA FOLLIA DELL’AMORE…

Certe volte, nella vita, le cose succedono in modo improvviso…

E’ curioso cercare di comprendere il percorso fatto da una persona ricca di passione e amore che, tutto d’un tratto, viene considerata “pazza” dagli amici e dai genitori…Questa è la mia storia.                                                                                                                                 Durante il periodo delle superiori, ho dovuto lottare tra amore e follia, tra la passione e il giudizio del prossimo. In un bel giorno di Settembre mi trovavo tra i banchi di scuola (ero in 4° superiore) con la mia nuova classe; l’anno prima eravamo stati promossi in pochi e la scuola aveva deciso di unirci ad un’altra classe. Eravamo da pochi giorni insieme e già la classe era divisa in due “blocchi”, 4A e 4F, ma io e alcuni ragazzi della ex 3A già da subito avevamo legato con molte persone nuove della classe, tra cui lei. Già al primo impatto mi era sembrata socievole, simpatica, educata e con un bel modo di fare che, da subito, mi aveva incantato. Non riesco a descrivere a pieno ciò che ho provato in quegli anni ma sono certo del fatto che non è stato un periodo particolarmente felice. Sentivo questa forte passione positiva che, col tempo, si era impadronita di me regalandomi molta energia e felicità, ma che nello stesso tempo mi regalava profonde insoddisfazioni a livello sentimentale. Mi ricordo che, in quel periodo, le domande che mi ponevo sempre erano :”Come è possibile che l’uomo (in senso generico) che è tanto intelligente e complesso possa vivere situazioni così spiacevoli?”, “dove troviamo improvvisamente così tanta passione, da volerci volontariamente privare della felicità per offrirla ad un’altra persona?”. Durante quei lunghi e dolorosi mesi ero sempre triste, arrabbiato, svogliato e pensieroso, fino al punto di essere considerato pazzo dai miei amici, dai miei compagni, ma anche dalla mia famiglia che, fino a quel tragico anno, non aveva mai visto questa “versione” della mia persona. Le persone che non conoscevano la mia situazione, vedendomi così strano (soprattutto nei comportamenti) pensavano che fossi diventato completamente folle fino al punto che ogni mia parola era un buon motivo per essere deriso con battutine o uscite fuori luogo. Lei, a mio parere, era una delle poche persone che aveva capito veramente la mia situazione e, probabilmente, anche la causa delle mie sofferenze. Era riuscita ad andare al di là del semplice aspetto esteriore riuscendo a intuire che, in quel momento, non ero veramente io, ma il mio contrario. Aveva capito che dietro i miei comportamenti si nascondeva dell’altro, qualcosa di più profondo di una semplice delusione calcistica : una grande delusione d’amore. Questa sua comprensione, alla fine, non mi aiutò a risolvere il problema; con lei di questa cosa non ne parlai mai, per paura di sentire ciò che pensava veramente e per paura che le sue parole potessero darmi il colpo finale.  Questa breve parentesi della mia vita può suggerirci una riflessione importante. Come ci insegna Luigi Pirandello nel saggio L’UMORISMO bisogna fare una profonda distinzione tra comico e umorismo dove, per comico, intendiamo l’avvertimento del contrario che provoca negli altri tante risate e, per umorismo, il sentimento del contrario che si manifesta nella comprensione del problema di una persona, non limitandosi semplicemente a ciò che si vede. Ripensandoci mi viene in mente una bellissima frase che ipoteticamente potrebbe essere il titolo di questa storia. “la persona dal vero animo nobile si riconosce nel vedere non attraverso gli occhi ma attraverso il cuore e la mente“.


Speriamo di avervi portato un articolo che tratta di un genere anche a voi molto caro, diteci se volete vedere di più articoli di questo tipo o quali argomenti vorreste che trattassimo sul sito, non esitate a scrivercelo in un commento sotto l’articolo.  Vi invitiamo  a scriveteci su Facebook, su Twitter o sui  nostri profili Instagram (@francescoyes97 e @giammiardu),dove sicuramente qualcuno, nel più breve tempo possibile, risponderà a tutte le vostre domande. Se questo post vi è piaciuto lasciate un like o condividete, in modo da supportare il nostro sogno.